20170210

Sea holly

In italiano: calcatreppola marina oppure eringio marino.
Bellissima, secondo me, vista e rivista ma mai saputo come si chiamasse.






Shakespeare la cita anche in "Le allegre comari di Windsor". Perché pare che in età elisabettiana le radici di questa pianta una volta candite (eringoes) fossero considerate potenti afrodisiaci.

che nevichi radice di calcatreppola candita...

In inglese come al solito suona molto meglio, soprattutto quando a scegliere le parole è Shakespeare:

Let the sky rain potatoes;
let it thunder to the tune of Green-sleeves,
hail kissing-confits and snow eringoes,
let there come a tempest of provocation...
(William Shakespeare, The Merry Wives of Windsor, Act 5, Scene V)

Certo le patate... bah, ma gli inglesi le mettono un po' ovunque.

3 comments:

Michele said...

Che poi sarebbe il Falstaff (secondo Verdi)

alberto sorrenti said...

Saranno afrodisiache per la capacità di vivere in un terreno così ostile?

sburk said...

@alberto, secondo me è lo zucchero per renderle candite

@michele, sarebbe interessante vedere se anche nel Falstaff piovono calcatreppole